Di
Luca Daretti

Ti interessa l’argomento UI e UX Design?

Contattaci tramite questo modulo senza nessun impegno per scoprire tutte le promozioni attive sui nostri corsi di UI e UX Design.







I cardini dello UX Design

 

“L’interfaccia utente è come una barzelletta:

se devi spiegarla c’è qualcosa che non va”

 

In questa semplicissima battuta è racchiusa l’intera ideologia e il principale compito dello UX Designer. Molti di voi non conosceranno affatto questa figura professionale, altri l’avranno sentita nominare e conosceranno la sigla, ma è ancora tutt’oggi randomico (soprattutto in Italia) il processo perfetto e il ruolo che dovrà svolgere chi sceglie di intraprendere questa carriera.

 

PARTIAMO DALLA BASE: COSA E’ LA UX?

“UX” sta per “User Experience” cioè “esperienza d’uso”. Cercando di definire nel modo più sintetico possibile questa disciplina possiamo affermare che essa rappresenta una pratica di design dove l’esperienza d’uso di un prodotto o servizio viene progettata a partire dai bisogni, dalle aspettative e dagli obiettivi degli utenti.

Da questa definizione possiamo già comprendere l’importanza di questa professione, in quanto l’esperienza d’uso è ovunque ed è riconoscibile sia nel mondo analogico che in quello digitale.

 

LE ABILITA’ DELLO UX DESIGNER

La grande diffusione degli ultimi anni di dispositivi digitali quali smartphone, pc, tablet, sempre presenti nel nostro quotidiano, ha spinto sempre più lo studio dell’esperienza utente nel mondo digitale, motivo per il quale le abilità dello UX si accostano spesso a quelle del graphic designer: saper realizzare interfacce grafiche, innovative e moderne, che racchiudano però la semplicità d’uso, in modo da essere utilizzabili da tutti.

Credete che sia tutto qui? Assolutamente no. Per realizzare un’interfaccia, oltre alle abilità tecniche, sono necessarie anche doti mentali, in particolar modo legate alla comprensione dei pensieri e delle emozioni degli utenti durante l’uso di un prodotto: sentimenti, riflessioni, aspettative, frustrazioni.

Possiamo dunque definire che lo UX Designer è una figura completa e necessaria nel mondo digitale che si occuperà del prodotto dalla fase embrionale, sino alla realizzazione finale.

 

I PROCESSI E LE FASI DELLO UX DESIGNER

C’è UX Design e ci sono UX Designers. Spesso, soprattutto nelle aziende più grandi, la figura dello UX viene scomposta in diversi sottoruoli, oppure lo UX stesso si trasforma in un direttore artistico dell’usabilità, gestendo diverse figure professionali al fine di ottenere il miglior risultato possibile. Sono evidenti però, a prescindere da quante figure siano impiegate, le fasi di lavoro dell’esperienza utente, che possono essere suddivise in 3 processi:

  1. RICERCA E ANALISI
  2. PROGETTAZIONE
  3. REALIZZAZIONE

Inutile dire che entrare nel dettaglio di ogni punto elencato porterebbe alla realizzazione di un intero libro anziché un articolo blog, di conseguenza verrà proposto un concetto riassuntivo di ogni punto.

 

RICERCA E ANALISI

Ogni progettazione che si rispetti inizia con una fase di ricerca e analisi, inizialmente improntata sullo studio e la definizione dell’idea ed infine sull’accostamento della stessa ai progetti già esistenti, studiando al dettaglio non solo il nostro prodotto ma anche quello dei competitor.
Si parte inizialmente con la valutazione del progetto: Un controllo analitico approfondito determinerà il target, le richieste dell’utente e le necessità che lo spingerebbero ad usare il nostro prodotto.

UX DESIGN

Si creano di conseguenza diverse “personas”, ossia personaggi immaginari creati per rappresentare i nostri potenziali utenti. La “personas” rende più facile per i progettisti entrare in empatia con gli utenti durante tutto il processo di progettazione.
Si passa successivamente allo studio dei competitor: Cosa hanno pensato? In che modo? Come ha interpretato l’utente il loro prodotto?

UX DESIGN

PROGETTAZIONE

Dopo aver inquadrato con precisione i reali bisogni, comportamenti e le richieste degli utenti nasce l’idea. Il progetto viene inizialmente arricchito da tantissime idee e soluzioni, per essere poi scremato e reso essenziale e funzionale. Una volta selezionate le principali funzioni del progetto vengono realizzati dei casi d’uso, utili a far comprendere al meglio i motivi e gli scopi del prodotto.
Features dei prodotti e casi d’uso rappresentano l’involucro della progettazione, il cuore interno invece è formato da wireframes e prototipazione. I wireframes sono elementi chiavi del mondo del design e vengono formati da scheletri grafici, necessari a far comprendere l’idea grafica che si verrà pian piano a formare. La prototipazione invece porta ad uno schema del prodotto, i click, i tap sullo smartphone, dove portano, a cosa servono e che scopo avranno.

UX DESIGN

REALIZZAZIONE

Ultima fase, forse la più lunga e complessa, è la fase di realizzazione. Essa vede la nascita completa dell’intera grafica, schermata per schermata. Una volta completata l’intera grafica, il Designer avrà il compito di “scomporla”, comprendendo cosa sarà realizzato digitalmente e cosa invece sarà disegnato ed esportato graficamente.
La realizzazione quindi non si ferma solo al disegno ma vede un processo molto più completo, formato dall’interazione, dalle animazioni necessarie, sino alle esportazioni finali utili per completare un prodotto destinato all’utente anche meno esperto. Questa fase vede tantissime sottocategorie, formate spesso anche dal più piccolo e delicato dettaglio, come la scelta di colori o lo stile di icone da creare. Gli stessi dettagli inoltre avranno quindi necessità di essere analizzati per capirne il metodo di realizzazione.

UX DESIGN

LE ARMI DEL MESTIERE

La domanda più frequente nel mondo UX è spesso riferita a quali tool vengono utilizzati o si dovrebbero utilizzare. Ogni designer ha la sua suite preferita o il suo singolo programma.

É opportuno soprattutto scomporre i tools da utilizzare per ogni fase di lavoro e capire quale ruolo verrà svolto maggiormente. Ad ogni modo un kit completo per lo UX Designer viene visto spesso nell’intera suite Adobe, che riesce a non far distinzione tra amanti Apple e Windows e presenta software perfetti per ogni step, Experience Design in particolare per la progettazione, Photoshop ed Illustrator per la realizzazione.

 

Nicola Galluzzi

UX DESIGN